Chiudi tutti

Eventi

Vasco Rossi

Vasco Rossi, detto anche semplicemente "Il Blasco", è riconosciuto come la più grande rockstar italiana e ha pubblicato dall'inizio della sua carriera  ben 17 album in studio, 9 album dal vivo e 11 raccolte ufficiali, vendendo oltre 35 milioni di copie. Nato a Zocca il 7 febbraio 1952, da bambino, su decisione della madre si iscrisse a scuola di canto e iniziò ad appassionarsi al mondo della musica, tanto che a soli 14 anni entrò a far parte del suo primo gruppo musicale. Tra i suoi artisti preferiti troviamo Lucio Battisti, Francesco Guccini, Francesco De Gregori, ma anche grandi gruppi internazionali come i Rolling Stones.

Successivamente diventò deejay di Punto Radio, radio indipendente modenese di cui era co-fondatore. Questa esperienza gli darà l'opportunità di conoscere una serie di persone fondamentali nella sua futura carriera, come Gaetano Curreri, Maurizio Solieri, Massimo Riva e Red Ronnie. Vasco decise così di incidere i suoi primi brani, pubblicandoli su 45 giri: "Jenny" e "Silvia". Il primo album, MA COSA VUOI CHE SIA UNA CANZONE, esce nel 1978 distribuito solo in Emilia-Romagna. L'album,  in stile cantautorale, e si discosta abbastanza da quel suono propriamente rock che caratterizzerà la sua carriera.

Nel 1979 uscì invece NON SIAMO MICA GLI AMERICANI, album che contiene "Albachiara", la canzone che diventerà la più famosa di Vasco. In quell'anno il Blasco apparve per la prima volta in televisione, come concorrente della trasmissione 10 Hertz condotta da Gianni Morandi

Nel 1980, con il disco COLPA D'ALFREDO scoppia uno scandalo: il brano che da il titolo all'album venne censurato dalle radio per via di alcune frasi presenti nel testo. Proprio questo caso porta il nome di Vasco alla ribalta nazionale, e il brano diventò la sua prima hit.

Il 1981 è l'anno di SIAMO SOLO NOI,  album fatto di canzoni di chiaro stampo ironico. La canzone che da il titolo all'album è un'altra di quelle immancabili nel suoi concerti ancora adesso.

Arriviamo così al 1982, l'anno di "Vado al massimo", brano con cui Vasco partecipa al Festival di Sanremo classificandosi ultimo. Nonostante questo, si ripresentò al Festival anche l'anno successivo col brano "Vita spericolata". Questo pezzo trainò l'album BOLLICINE verso il milione di copie vendute, consacrando definitivamente Vasco Rossi a icona del rock italiano. Il brano stesso, "Bollicine", vinse il Festivalbar '83.
Se dal punto di vista musicale Vasco stava vivendo un momento-top, dal punto di vista fisico il cantante non stava passando un bel periodo, vittima degli eccessi della sua popolarità: il Blasco era farmaco-dipentente e gli capitava addirittura di non dormire per giorni interi. A tutto questo si aggiunse un suo arresto per detenzione di cocaina, che lo costrinse persino a qualche giorno di carcere. Dopo un periodo di pausa forzata, nel 1985 venne dato alle stampe COSA SUCCEDE IN CITTÀ, un disco che lasciò abbastanza indifferenti critici e fan.


Ebbe molto più successo invece C'È CHI DICE NO, album del 1987 a cui fece seguito una lunga serie di concerti. Nel 1989 uscì LIBERI LIBERI, e subito dopo il doppio live FRONTE DEL PALCO, seguito da 10.7.90 SAN SIRO. Vasco si prese un'altra breve pausa dopo il successo dei suoi primi concerti negli stadi, per tornare poi con un album di brani inediti nel 1993, dal titolo GLI SPARI SOPRA. Nel 1996 invece tocca a NESSUN PERICOLO... PER TE, a cui fa seguito CANZONI PER ME, otto brani che Vasco fece pubblicare all'inizio del 1998 e che verranno presentati in un unico concerto, il 20 giugno a Imola, per la prima edizione dell'Heineken Jammin Festival, radunando oltre 100.000 persone. Da quello show è stato tratto un disco dal vivo, REWIND, uscito il 22 aprile 1999, a cui fa seguito il Rewind tour. A pochi giorni dall'inizio dello stesso, morì per un'overdose di eroina l'inseparabile Massimo Riva, chitarrista della band e coautore di una buona parte delle canzoni di Vasco. Da allora il Blasco ha ricordato l'amico scomparso in ogni concerto, durante il brano "Canzone".

Nell'aprile del 2001 uscì STUPIDO HOTEL mentre il 2002 è stato l'anno dell'antologia TRACKS, celebre per contenere la cover di Francesco De Gregori, "Generale". Con la pubblicazione, nel 2004, di BUONI O CATTIVI, Vasco torna in tour e ci restò per i tre anni successivi riscuotendo sempre il solito grande successo. Nel 2007 la consueta serie estiva dei concerti è anticipata da un nuovo singolo "Basta poco", il cui lato-b è la cover de "La compagnia" di Battisti. Per l'album successivo Vasco si trasferisce negli Stati Uniti., coinvolgendo nella registrazione anche Slash, il grande ex chitarrista dei Guns n' Roses. L'album IL MONDO CHE VORREI è pubblicato nel marzo 2008.

Nel 2010 Vasco si esibì per la prima volta a Londra: da queste date si ebbe il doppio CD VASCO LONDON ISTANT LIVE, mentre l'anno successivo, anticipato dal singolo "Eh, già", venne dato alle stampe VIVERE O NIENTE. Nell'estate 2011 parte un nuovo tour negli stadi, e San Siro è riempito per ben 4 volte. A fine giugno, dopo pochi concerti, un annuncio inaspettato che ha lasciato tutti nello sconforto: Vasco dichiara di volersi "dimettere da rockstar", annunciando che quella in corso sarebbe stata la sua ultima tournée negli stadi. Questo perché il Blasco pare soffrire di vari problemi di salute.

Il 31 marzo 2012 viene pubblicato L'ALTRA METÀ DEL CIELO, disco contenente i brani più celebri di Vasco dedicati alle donne, riarrangiate per l'esecuzione di un balletto alla Scala di Milano. Poco dopo, però, il Blasco viene nuovamente ricoverato in ospedale per una serie di terapie. Queste si rivelano benefiche per Vasco, che si riprende e dichiara di voler tornare a suonare negli stadi, proponendo anche pezzi nuovi: infatti nel gennaio 2013 esce  un nuovo brano,"L'uomo più semplice". Nel frattempo vengono fissati ben sei concerti negli stadi per giugno. Dopo di questi esce il singolo "Cambia-menti". Nel marzo 2014 arriva un terzo singolo: "Dannate nuvole",che anticipa il nuovo album di inediti., dal titolo SONO INNOCENTE, uscito all'inizio di novembre. Il secondo singolo, uscito anch'esso prima del disco, si intitola "Come Vorrei". Nell'estate del 2014 Vasco è stato ancora in concerto negli stadi suonando per ben 8 volte tra San Siro e lo Stadio Olimpico di Roma; nel 2015 Vasco proseguirà la sua tournè per gli stadi di tutta Italia, tra cui quelli di Firenze, Bari e Torino.

Vasco Rossi, detto anche semplicemente "Il Blasco", è riconosciuto come la più grande rockstar italiana e ha pubblicato dall'inizio della sua carriera  ben 17 album in studio, 9 album dal vivo e 11 raccolte ufficiali, vendendo oltre 35 milioni di copie. Nato a Zocca il 7 febbraio 1952, da bambino, su decisione della madre si iscrisse a scuola di canto e iniziò ad appassionarsi al mondo della musica, tanto che a soli 14 anni entrò a far parte del suo primo gruppo musicale. Tra i suoi artisti preferiti troviamo Lucio Battisti, Francesco Guccini, Francesco De Gregori, ma anche grandi gruppi internazionali come i Rolling Stones.

Successivamente diventò deejay di Punto Radio, radio indipendente modenese di cui era co-fondatore. Questa esperienza gli darà l'opportunità di conoscere una serie di persone fondamentali nella sua futura carriera, come Gaetano Curreri, Maurizio Solieri, Massimo Riva e Red Ronnie. Vasco decise così di incidere i suoi primi brani, pubblicandoli su 45 giri: "Jenny" e "Silvia". Il primo album, MA COSA VUOI CHE SIA UNA CANZONE, esce nel 1978 distribuito solo in Emilia-Romagna. L'album,  in stile cantautorale, e si discosta abbastanza da quel suono propriamente rock che caratterizzerà la sua carriera.

Nel 1979 uscì invece NON SIAMO MICA GLI AMERICANI, album che contiene "Albachiara", la canzone che diventerà la più famosa di Vasco. In quell'anno il Blasco apparve per la prima volta in televisione, come concorrente della trasmissione 10 Hertz condotta da Gianni Morandi

Nel 1980, con il disco COLPA D'ALFREDO scoppia uno scandalo: il brano che da il titolo all'album venne censurato dalle radio per via di alcune frasi presenti nel testo. Proprio questo caso porta il nome di Vasco alla ribalta nazionale, e il brano diventò la sua prima hit.

Il 1981 è l'anno di SIAMO SOLO NOI,  album fatto di canzoni di chiaro stampo ironico. La canzone che da il titolo all'album è un'altra di quelle immancabili nel suoi concerti ancora adesso.

Arriviamo così al 1982, l'anno di "Vado al massimo", brano con cui Vasco partecipa al Festival di Sanremo classificandosi ultimo. Nonostante questo, si ripresentò al Festival anche l'anno successivo col brano "Vita spericolata". Questo pezzo trainò l'album BOLLICINE verso il milione di copie vendute, consacrando definitivamente Vasco Rossi a icona del rock italiano. Il brano stesso, "Bollicine", vinse il Festivalbar '83.
Se dal punto di vista musicale Vasco stava vivendo un momento-top, dal punto di vista fisico il cantante non stava passando un bel periodo, vittima degli eccessi della sua popolarità: il Blasco era farmaco-dipentente e gli capitava addirittura di non dormire per giorni interi. A tutto questo si aggiunse un suo arresto per detenzione di cocaina, che lo costrinse persino a qualche giorno di carcere. Dopo un periodo di pausa forzata, nel 1985 venne dato alle stampe COSA SUCCEDE IN CITTÀ, un disco che lasciò abbastanza indifferenti critici e fan.


Ebbe molto più successo invece C'È CHI DICE NO, album del 1987 a cui fece seguito una lunga serie di concerti. Nel 1989 uscì LIBERI LIBERI, e subito dopo il doppio live FRONTE DEL PALCO, seguito da 10.7.90 SAN SIRO. Vasco si prese un'altra breve pausa dopo il successo dei suoi primi concerti negli stadi, per tornare poi con un album di brani inediti nel 1993, dal titolo GLI SPARI SOPRA. Nel 1996 invece tocca a NESSUN PERICOLO... PER TE, a cui fa seguito CANZONI PER ME, otto brani che Vasco fece pubblicare all'inizio del 1998 e che verranno presentati in un unico concerto, il 20 giugno a Imola, per la prima edizione dell'Heineken Jammin Festival, radunando oltre 100.000 persone. Da quello show è stato tratto un disco dal vivo, REWIND, uscito il 22 aprile 1999, a cui fa seguito il Rewind tour. A pochi giorni dall'inizio dello stesso, morì per un'overdose di eroina l'inseparabile Massimo Riva, chitarrista della band e coautore di una buona parte delle canzoni di Vasco. Da allora il Blasco ha ricordato l'amico scomparso in ogni concerto, durante il brano "Canzone".

Nell'aprile del 2001 uscì STUPIDO HOTEL mentre il 2002 è stato l'anno dell'antologia TRACKS, celebre per contenere la cover di Francesco De Gregori, "Generale". Con la pubblicazione, nel 2004, di BUONI O CATTIVI, Vasco torna in tour e ci restò per i tre anni successivi riscuotendo sempre il solito grande successo. Nel 2007 la consueta serie estiva dei concerti è anticipata da un nuovo singolo "Basta poco", il cui lato-b è la cover de "La compagnia" di Battisti. Per l'album successivo Vasco si trasferisce negli Stati Uniti., coinvolgendo nella registrazione anche Slash, il grande ex chitarrista dei Guns n' Roses. L'album IL MONDO CHE VORREI è pubblicato nel marzo 2008.

Nel 2010 Vasco si esibì per la prima volta a Londra: da queste date si ebbe il doppio CD VASCO LONDON ISTANT LIVE, mentre l'anno successivo, anticipato dal singolo "Eh, già", venne dato alle stampe VIVERE O NIENTE. Nell'estate 2011 parte un nuovo tour negli stadi, e San Siro è riempito per ben 4 volte. A fine giugno, dopo pochi concerti, un annuncio inaspettato che ha lasciato tutti nello sconforto: Vasco dichiara di volersi "dimettere da rockstar", annunciando che quella in corso sarebbe stata la sua ultima tournée negli stadi. Questo perché il Blasco pare soffrire di vari problemi di salute.

Il 31 marzo 2012 viene pubblicato L'ALTRA METÀ DEL CIELO, disco contenente i brani più celebri di Vasco dedicati alle donne, riarrangiate per l'esecuzione di un balletto alla Scala di Milano. Poco dopo, però, il Blasco viene nuovamente ricoverato in ospedale per una serie di terapie. Queste si rivelano benefiche per Vasco, che si riprende e dichiara di voler tornare a suonare negli stadi, proponendo anche pezzi nuovi: infatti nel gennaio 2013 esce  un nuovo brano,"L'uomo più semplice". Nel frattempo vengono fissati ben sei concerti negli stadi per giugno. Dopo di questi esce il singolo "Cambia-menti". Nel marzo 2014 arriva un terzo singolo: "Dannate nuvole",che anticipa il nuovo album di inediti., dal titolo SONO INNOCENTE, uscito all'inizio di novembre. Il secondo singolo, uscito anch'esso prima del disco, si intitola "Come Vorrei". Nell'estate del 2014 Vasco è stato ancora in concerto negli stadi suonando per ben 8 volte tra San Siro e lo Stadio Olimpico di Roma; nel 2015 Vasco proseguirà la sua tournè per gli stadi di tutta Italia, tra cui quelli di Firenze, Bari e Torino.

Vasco Rossi, detto anche semplicemente "Il Blasco", è riconosciuto come la più grande rockstar italiana e ha pubblicato dall'inizio della sua carriera  ben 17 album in studio, 9 album dal vivo e 11 raccolte ufficiali, vendendo oltre 35 milioni di copie. Nato a Zocca il 7 febbraio 1952, da bambino, su decisione della madre si iscrisse a scuola di canto e iniziò ad appassionarsi al mondo della musica, tanto che a soli 14 anni entrò a far parte del suo primo gruppo musicale. Tra i suoi artisti preferiti troviamo Lucio Battisti, Francesco Guccini, Francesco De Gregori, ma anche grandi gruppi internazionali come i Rolling Stones.

Successivamente diventò deejay di Punto Radio, radio indipendente modenese di cui era co-fondatore. Questa esperienza gli darà l'opportunità di conoscere una serie di persone fondamentali nella sua futura carriera, come Gaetano Curreri, Maurizio Solieri, Massimo Riva e Red Ronnie. Vasco decise così di incidere i suoi primi brani, pubblicandoli su 45 giri: "Jenny" e "Silvia". Il primo album, MA COSA VUOI CHE SIA UNA CANZONE, esce nel 1978 distribuito solo in Emilia-Romagna. L'album,  in stile cantautorale, e si discosta abbastanza da quel suono propriamente rock che caratterizzerà la sua carriera.

Nel 1979 uscì invece NON SIAMO MICA GLI AMERICANI, album che contiene "Albachiara", la canzone che diventerà la più famosa di Vasco. In quell'anno il Blasco apparve per la prima volta in televisione, come concorrente della trasmissione 10 Hertz condotta da Gianni Morandi

Nel 1980, con il disco COLPA D'ALFREDO scoppia uno scandalo: il brano che da il titolo all'album venne censurato dalle radio per via di alcune frasi presenti nel testo. Proprio questo caso porta il nome di Vasco alla ribalta nazionale, e il brano diventò la sua prima hit.

Il 1981 è l'anno di SIAMO SOLO NOI,  album fatto di canzoni di chiaro stampo ironico. La canzone che da il titolo all'album è un'altra di quelle immancabili nel suoi concerti ancora adesso.

Arriviamo così al 1982, l'anno di "Vado al massimo", brano con cui Vasco partecipa al Festival di Sanremo classificandosi ultimo. Nonostante questo, si ripresentò al Festival anche l'anno successivo col brano "Vita spericolata". Questo pezzo trainò l'album BOLLICINE verso il milione di copie vendute, consacrando definitivamente Vasco Rossi a icona del rock italiano. Il brano stesso, "Bollicine", vinse il Festivalbar '83.
Se dal punto di vista musicale Vasco stava vivendo un momento-top, dal punto di vista fisico il cantante non stava passando un bel periodo, vittima degli eccessi della sua popolarità: il Blasco era farmaco-dipentente e gli capitava addirittura di non dormire per giorni interi. A tutto questo si aggiunse un suo arresto per detenzione di cocaina, che lo costrinse persino a qualche giorno di carcere. Dopo un periodo di pausa forzata, nel 1985 venne dato alle stampe COSA SUCCEDE IN CITTÀ, un disco che lasciò abbastanza indifferenti critici e fan.


Ebbe molto più successo invece C'È CHI DICE NO, album del 1987 a cui fece seguito una lunga serie di concerti. Nel 1989 uscì LIBERI LIBERI, e subito dopo il doppio live FRONTE DEL PALCO, seguito da 10.7.90 SAN SIRO. Vasco si prese un'altra breve pausa dopo il successo dei suoi primi concerti negli stadi, per tornare poi con un album di brani inediti nel 1993, dal titolo GLI SPARI SOPRA. Nel 1996 invece tocca a NESSUN PERICOLO... PER TE, a cui fa seguito CANZONI PER ME, otto brani che Vasco fece pubblicare all'inizio del 1998 e che verranno presentati in un unico concerto, il 20 giugno a Imola, per la prima edizione dell'Heineken Jammin Festival, radunando oltre 100.000 persone. Da quello show è stato tratto un disco dal vivo, REWIND, uscito il 22 aprile 1999, a cui fa seguito il Rewind tour. A pochi giorni dall'inizio dello stesso, morì per un'overdose di eroina l'inseparabile Massimo Riva, chitarrista della band e coautore di una buona parte delle canzoni di Vasco. Da allora il Blasco ha ricordato l'amico scomparso in ogni concerto, durante il brano "Canzone".

Nell'aprile del 2001 uscì STUPIDO HOTEL mentre il 2002 è stato l'anno dell'antologia TRACKS, celebre per contenere la cover di Francesco De Gregori, "Generale". Con la pubblicazione, nel 2004, di BUONI O CATTIVI, Vasco torna in tour e ci restò per i tre anni successivi riscuotendo sempre il solito grande successo. Nel 2007 la consueta serie estiva dei concerti è anticipata da un nuovo singolo "Basta poco", il cui lato-b è la cover de "La compagnia" di Battisti. Per l'album successivo Vasco si trasferisce negli Stati Uniti., coinvolgendo nella registrazione anche Slash, il grande ex chitarrista dei Guns n' Roses. L'album IL MONDO CHE VORREI è pubblicato nel marzo 2008.

Nel 2010 Vasco si esibì per la prima volta a Londra: da queste date si ebbe il doppio CD VASCO LONDON ISTANT LIVE, mentre l'anno successivo, anticipato dal singolo "Eh, già", venne dato alle stampe VIVERE O NIENTE. Nell'estate 2011 parte un nuovo tour negli stadi, e San Siro è riempito per ben 4 volte. A fine giugno, dopo pochi concerti, un annuncio inaspettato che ha lasciato tutti nello sconforto: Vasco dichiara di volersi "dimettere da rockstar", annunciando che quella in corso sarebbe stata la sua ultima tournée negli stadi. Questo perché il Blasco pare soffrire di vari problemi di salute.

Il 31 marzo 2012 viene pubblicato L'ALTRA METÀ DEL CIELO, disco contenente i brani più celebri di Vasco dedicati alle donne, riarrangiate per l'esecuzione di un balletto alla Scala di Milano. Poco dopo, però, il Blasco viene nuovamente ricoverato in ospedale per una serie di terapie. Queste si rivelano benefiche per Vasco, che si riprende e dichiara di voler tornare a suonare negli stadi, proponendo anche pezzi nuovi: infatti nel gennaio 2013 esce  un nuovo brano,"L'uomo più semplice". Nel frattempo vengono fissati ben sei concerti negli stadi per giugno. Dopo di questi esce il singolo "Cambia-menti". Nel marzo 2014 arriva un terzo singolo: "Dannate nuvole",che anticipa il nuovo album di inediti., dal titolo SONO INNOCENTE, uscito all'inizio di novembre. Il secondo singolo, uscito anch'esso prima del disco, si intitola "Come Vorrei". Nell'estate del 2014 Vasco è stato ancora in concerto negli stadi suonando per ben 8 volte tra San Siro e lo Stadio Olimpico di Roma; nel 2015 Vasco proseguirà la sua tournè per gli stadi di tutta Italia, tra cui quelli di Firenze, Bari e Torino.

Al momento non ci sono concerti in programma.
Vuoi essere informato per primo quando usciranno le prossime date in Italia?
SCRIVICI!
Vasco Rossi
INVIA
Controlla la ua prenotazione Partners

Seguici su FacebookTwitterInstagram

Leader in Italia Sei un'agenzia?
Telefona o usa WhatsUp
Chi siamo? Vieni a conoscere il nostro staff Vuoi collaborare con noi? Clicca qui Pagamenti accettati: Bonifico / Bollettino postale / PayPal